cerca tra le foto
di tutte le collezioni,
per temi, luoghi,
famiglie ed anni
in questa foto
progetto promosso dalla Presidenza della Regione Lazio
www.regione.lazio.it
a cura di
Fondazione Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico
Museo Centrale del Risorgimento di Roma
media partner
regesta.exe

famiglie laziali

latina e provincia

collezione di Miryam Valentina Ciorra storia della famigliastoria della famiglia

La mia famiglia ha origini abbastanza remote anche se non ho notizie molto dettagliate. So che i miei trisavoli materni sono vissuti nella zona di Coreno (FR), erano di origini umili e facevano i pastori. Ho avuto la fortuna di conoscere tutti e quattro i bisnonni materni, una - Maria Falso - Ŕ ancora viva e abita vicino casa mia (SS.Cosma e Damiano); a 18 anni aveva sposato Parente Vincenzo, detto "pazzafina", un tipo molto allegro e "cavaliere": gli piacevano le donne, tanto che nel periodo della Guerra Mondiale, nonostante fosse sposato e avesse figli [ne avrÓ in tutto sei] conobbe una ragazza e la port˛ [dal nord italia (?)] qui, a SS.Cosma e Damiano (LT), dove Ŕ sempre vissuto, e le ha fatto credere che era un ricco proprietario terriero. Dal momento che i suoi genitori erano morti presto, il mio bisavolo Parente Vincenzo aveva dovuto prendersi anche cura dei suoi fratelli pi¨ piccoli, facendo il bracciante agricolo e allevando animali, come vitelli, maiali, ecc... Gli altri bisnonni materni, Ionta Amerigo e Mallozzi Lucia, che vivevano ugualmente a SS.Cosma e Damiano (LT), dopo la nascita del loro primo figlio, dovettero dividersi perchŔ lui fu mandato in guerra in Africa, dove fu fatto prigioniero per circa sei anni. Al suo ritorno nacque mia nonna Ionta Maria Carmina (1947). I miei nonni si conoscono da quando erano bambini essendo vicini di casa. Si sposarono nel 1964 e sono partiti per la Svizzera per questioni economiche: nonno Mario Parente lavor˛ nel campo elettromeccanico e nonna Maria Carmina in una fabbrica di giradischi; essi sono rimasti in Svizzera fino al 1975 e mia madre Ŕ nata lý (1968). I soldi guadagnati con tanta faticada emigrati servirono pe costruire una casa in cui vivono tuttora; rientrato in Italia mio nonno Mario ha acquistato un furgone ed Ŕ stato per qualche anno venditore di scarpe ambulante.
Non so tante notizie riguardo ai miei trisavoli paterni e non ho conosciuto nessuno dei miei bisnonni. So per˛ che Bagni Luigi, bisnonno paterno, era detto "lo scalpellino", data la professione di lavoratore di pietre; a soli 17 anni Ŕ partito in guerra ed ha partecipato alla battaglia di Caporetto; raccontava che combattevano contro gli Austriaci ma alcune volte si sono scambiati anche pane e sigarette tra loro. nel 1921 fece ritorno a Castelforte e spos˛ Testa Adelina, rimase qui per un certo tempo, lavorando anche nella costruzione di alcune opere pubbliche notevoli, come la diga sul fiume Garigliano, a Suio Terme (Castelforte). Successivamente le dure condizioni di vita lo spinsero a partire in Africa (Asmara, Addis abeba) dove per˛ fu fatto prigioniero per otto anni e poi ritorn˛. Del bisnonno Ciorra Domenico so che emigr˛ in America dove svolse umili lavori (come zappare le ferrovie). Dopo aver racimolato un poco di denaro ritorn˛ in Italia, compr˛ un terreno ed una casa (a Castelforte), si spos˛ ed ebbe cinque figli, tra cui nonno Giuseppe, e visse facendo l'agricoltore. Nonno Giuseppe Ciorra, di mestiere muratore e dal carattere severo, spos˛ Bagni Maria; purtroppo Ŕ morto nel 2003 per malattia. I miei genitori si sono conosciuti a scuola: mamma frequentava le scuole medie nello stesso edificio in cui mio padre 8attualmente poliziotto studiava per diventare geometra; sposati nel 1987 hanno avuto me e mia sorella Debora (nel 1995).
Miryam Valentina Ciorra
          
Fototessera di Adelina Testa
1948Fototessera di Adelina Testa

Adelina Testa in posa con una maglietta scura con dei disegnini bianchi

le altre foto della collezione di Miryam Valentina Ciorra

  • 1948 Fototessera di Adelina Testa
  • 1942 Ritratto di Domenico Ciorra
  • 1937 Fototessera di Elisa Ciorra
  • 1950 Fototessera di Amerigo Ionta
  • lunedý, 16 gen. 1950 Carta d'identitÓ di Lucia Mallozzi
  • 1955 Fototessera di Vincenzo Parente
  • 1955 Fototessera di Maria Falso
  • venerdý, 28 set. 1962 Fototessera di Maria Carmina Ionta
  • sabato, 28 dic. 1963 Ritratto di Mario Parente, Giuseppe Mallozzi e Giuseppe Ionta
  • domenica, 27 dic. 1964 Matrimonio di Maria Carmina Ionta e Mario Parente
  • domenica, 27 dic. 1964 Matrimonio di Maria Carmina Ionta e Mario Parente
  • giovedý, 18 set. 1969 Maria Carmina Ionta in fabbrica coi colleghi di lavoro
  • lunedý, 25 apr. 1966 I fratelli Ionta in posa al matrimonio di un parente
  • sabato, 3 ago. 1968 Ritratto di Anna Maria Parente
  • sabato, 8 ago. 1970 Ritratto della famiglia Ionta
  • lunedý, 20 apr. 1970 Maria Carmina Ionta in posa con la piccola Anna Maria Parente sul cavallo a dondolo nel salotto di casa
  • 1973 Anna Maria Parente in posa con la bambola
  • giovedý, 29 nov. 1973 Fototessera di Giuseppe Ciorra
  • martedý, 16 dic. 1975 Ritratto di Mario Parente
  • venerdý, 4 lug. 1980 Fototessera di Domenico Ciorra
  • 1980 Luigi Bagni coi suoi due cani nel giardino di casa
  • domenica, 4 lug. 1982 Patrizia Parente compie sei anni
  • lug. 1984 Maria Carmina Ionta e Mario Parente in posa nel mercato di Cellole